top of page

Brunato lancia Skill Poker Master Rozvadov: 'Concept che ci indica la via giusta, l'abilità!'

Aggiornamento: 17 nov 2023



“Tra Wsop Europe da record ed Ept di Praga il King’s Resort di Rozvadov si prepara ad accogliere lo Skill Poker Master, torneo che ci ha affascinato proprio per quel termine che significa abilità e che, anche secondo noi, deve tornare ad essere prevalente nei tornei dal vivo o, comunque, la tendenza dovrebbe essere quella anche se per montepremi importanti bisogna trovare il giusto compromesso, sempre”. Federico Brunato, poker director del King’s di Praga e di Rozvadov, si prepara ad accogliere il nuovo format di Poker Skill Events che andrà in scena dal 22 al 27 di novembre per 500.000 euro garantiti e un buy in speciale, Half Price, 290 euro, la metà appunto di quello della prima tappa di San Marino.


Brunato introduce i player al format che ha incantato per la struttura incredibilmente giocabile e spiega i motivi della scelta per la location che dirige: “È bello riportare skill nei tornei. In effetti è complesso proporre certe strutture di gioco se puntiamo a garantiti molto importanti, milionari anche. Ma l’Spm Rozvadov spinge l’abilità un po’ più avanti e il 500k è un bel garantito rispetto al buy in Half Price fissato per questo evento. Per la proposta di gioco abbiamo trovato un buon compromesso che si adatta alla perfezione al field e alla realtà di Rozvadov”.


Un buy in ideale per la struttura ma anche per il momento: “Il 290 euro dovrebbe portare molte presenze - prosegue Brunato - e la buona giocabilità con un low buy in darà la possibilità di generare un ottimo field. È il torneo più importante dopo le Wsop Europe e prima dell’Ept Praga sul quale abbiamo voluto puntare.”


E l’idea sembra aver fatto centro: “Ci sono tante richieste ancora in arrivo che ci confermano quanto lo Skill Poker Master potrà fare un ottimo risultato".

Mentre parliamo con Federico Brunato da Rozvadov arrivano già i festeggiamenti per i numeri pazzeschi del Main Event Wsop Europe che finiranno poi a quota 817 entries totali per un montepremi superiore ai 7,7 milioni di euro. Un altro record: “C’è ovviamente una grande soddisfazione perché come ci eravamo detti e mi ero prefissato, mi attendevo un numero intorno alle 800 entries. Poi quando sono usciti i programmi in concorrenza per fine dicembre tra Wsop Bahamas e Wpt World Championship Las Vegas devo confessare che un po’ di speranza la stavo perdendo. Non ci siamo mai persi d’animo e questo è un risultato clamoroso a livello europeo e a livello internazionale. Alla fine ci siamo riusciti.”


E non è solo merito di un lavoro di mesi e mesi della poker room del King’s: “I ticket dei qualificati durante l’anno erano circa 400 e questo significa che la risposta ha raddoppiato la base e anche i rientri hanno pesato molto in un evento dal buy in così elevato che si gioca in Europa. Un field importante - si avvia a concludere Brunato - nonostante siano mancati gli americani ma ci sono campioni, pro e reg da tutto il Mondo e siamo davvero soddisfatti.”




223 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page